Consociazione Nazionale Associazioni Infermieri

CNAI

Locandina CNAI

 

 

 

Consociazione Nazionale delle Associazioni Infermiere/i

                                                                                                                                                                               

 

CERCHI UN'ASSOCIAZIONE INFERMIERISTICA CHE TI AIUTI AD EVITARE LA SOLITUDINE   PROFESSIONALE ?

 

 

CERCHI UN'ASSOCIAZIONE INFERMIERISTICA ATTIVA E DINAMICA NEL CAMPO DELLA FORMAZIONE E DELL'AGGIORNAMENTO ?

 

L'HAI TROVATA !!

 

 

La Consociazione Nazionale delle Associazioni Infermiere/i (C.N.A.I.) è un organismo indipendente e non governativo costituitosi nel 1946,  è membro del Consiglio Infermazionale delle Infermiere (I.C.N.)  quale unico rappresentante nazionale degli infermieri del nostro Paese.

 

Scopo fondamentale della C.N.A.I., come dichiarato nello Statuto, è quello di promuovere l'elevazione culturale degli appartenenti alla professione infermieristica per contribuire, attraverso l'assistenza infermieristica, al miglioramento dei livelli di salute della persona e della collettività.

 

 

ISCRIVITI !!

 

Avrai diritto a:

  • -contribuire a determinare le attività culturali associative
  • -ricevere tempestivamente tutte le informazioni circa le attività associative programmate
  • -ricevere, compresa nella quota annua di iscrizione, la rivista "PROFESSIONI INFERMIERISTICHE", organo di stampa della C.N.A.I.
  • -fulltext degli articoli, pubblicati nella Rivista "Professioni Infermieristiche", consultabili on line sul
    sito www.profinf.net dall'anno 2000 in poi (ad esclusione degli ultimi 12 numeri pubblicati).

 

Avrai modo di:

  • -conoscere altri infermieri che, come te, vogliono affrontare argomenti e temi di particolare rilievo per la Professione infermieristica
  • -partecipare agli Incontri, Giornate di studio, Convegni o altri appuntamenti culturali, gratuitamente o con un modesto contributo alle spese sostenute
  • -ottenere, dietro il semplice rimborso-stampa, gli scritti che la Consociazione e le Associazioni Membri producono a seguito degli appuntamenti culturali

 

Non possiamo dimenticare che sono gli individui che compongono un'associazione,

ciò che essa è dipende dai suoi membri.

Un'associazione di infermiere non può sostituire la singola infermiera,

la quale deve, secondo le proprie capacità,

dare vita all'associazione, mentre questa, da parte sua la sostiene.

                                                                                                F. Nightingale

 

 

 

La quota di iscrizione 2008 è di:

  • -€ 50,00 per gli infermieri diplomati
  • -€ 25,00 per gli studenti delle scuole infermieristiche di base

 

Il solo abbonamento alla Rivista "Professioni Infermieristiche" è di:

  • -€ 60,00 per le persone
  • -€ 100,00 per gli Enti e le Biblioteche

 

da versare sul c.c./p. n.° 37 19 16 65 (causale di versamento "quota associativa 2008"), intestato a: CONSOCIAZIONE NAZIONALE delle ASSOCIAZIONI  INFERMIERE/I - Via TREBBIA, 9 - 20135 MILANO.

 

 

A CONTI FATTI, ISCRIVERSI CONVIENE !!

 

Appendi questa locandina nella Struttura o U.O. dove presti la tua opera,

contribuirai a far più grande e forte l'Associazione.

Grazie

 

Le nostre storie

RACCONTA LE TUE ESPERIENZE LAVORATIVE PIU’ SIGNIFICATIVE

Un'iniziativa rivolta a tutti gli infermieri italiani

 

Indicazione per la redazione delle storie - pdf

A cura di Cecilia Sironi 

Ho chiesto alla Presidente e al Consiglio CNAI di avere uno spazio sul sito per raccogliere storie di infermieri impiegati  in tutti gli ambiti lavorativi possibili nel nostro Paese. Lo scopo è testimoniare con la nostra viva voce in che cosa consiste la nostra meravigliosa professione, ma anche descrivere in modo realistico i contesti e le situazioni nelle quali gli infermieri operano ogni giorno per assistere i cittadini, con le risorse a loro disposizione.

Perché un libro che racconti le storie di infermieri?

Secondo voi i cittadini sanno in che cosa consiste il nostro lavoro? sono consapevoli del nostro iter formativo, delle materie che studiamo, delle esperienze che dobbiamo acquisire per ottenere il titolo di studio di cui ci fregiamo? colgono la differenza tra un infermiere e un operatore socio-sanitario o altro personale addetto all’assistenza che lavora in ospedale o in altri servizi e strutture? Sanno che l’infermiere non lavora solo in ospedale e neppure solo al domicilio? sono al corrente che gli infermieri insegnano nei corsi in università e in altre istituzioni e agenzie formative, sono formati per fare ricerca, per gestire dipartimenti e servizi a tutti i livelli e che ora possiedono anche i titoli per farlo? Gli altri professionisti sanitari conoscono il nostro ruolo e responsabilità, i nostri ambiti di autonomia?

Mi fermo qui, ma non posso dimenticare di aggiungere altre domande rivolte più precisamente al nostro gruppo professionale.

Noi infermieri spieghiamo alle persone che assistiamo come e perché svolgiamo la miriade di attività che ogni giorno riempiono le nostre ore di lavoro? Forniamo motivazioni esaustive e chiare a chi assistiamo rispetto a ciò che attuiamo o alle informazioni che offriamo? Motiviamo il ritardo con il quale rispondiamo a volte a domande, chiamate e richieste dei nostri assistiti? Spendiamo del tempo per comunicare agli altri professionisti le nostre opinioni e suggerimenti relativi al nostro e loro lavoro di assistenza?

Il desiderio è realizzare una raccolta di storie per dare al lettore un'idea realistica di chi è e che cosa fa l’infermiere in Italia.

Non ci interessano le polemiche, né i racconti di un mondo visto attraverso lenti rosa, ma fatti ed esperienze vere.

Da anni ho questo desiderio ma la vera svolta, la spinta verso la concretizzazione dell’idea risale all' “inconto” del libro di Suzanne Gordon "Nursing against the odds". Suzanne è una giornalista che vive e lavora a Boston e che, per esperienze personali, si è accostata al mondo infermieristico e da allora si occupa di infermieri, della loro immagine, delle problematiche che affliggono la professione e l’assistenza sanitaria. Gira tutto il mondo partecipando a conferenze ed incontri ed insegna in diverse Faculty of Nursing Nord americane.

La lettura del testo citato è stata così significativa che da allora mi sono procurata altri suoi libri americani che svolgono tematiche simili e ho fatto di tutto per sentirla. L’ho finalmente conosciuta in Italia nel settembre 2008 perché era stata invitata dal Collegio IPASVI di Bolzano. Sono rimasta in contatto con Suzanne, che nel frattempo desidera coinvolgere infermieri italiani in un suo progetto editoriale. Fra le storie che raccoglieremo tramite il sito ne proporrò alcune a Suzanne Gordon per inserirle in un testo di racconti scritti da infermieri di tutto il mondo!

Come devono essere le storie?

Riporto alcuni stralci della presentazione della proposta editoriale che Suzanne Gordon: 

“Il libro vuole illustrare – attraverso i racconti in prima persona di infermieri – come la propria difesa, il prendersi dei rischi e l’azione (sia individuale che collettiva) possa proteggere i pazienti e rendere la professione infermieristica una carriera molto considerata dall’opinione pubblica. I racconti raccolti nel libro illustreranno come gli infermieri – con piccoli o grandi interventi – hanno lavorato per trasformare sia la loro professione che l’assistenza sanitaria. (…) Cerco racconti scritti in uno stile accessibile e familiare, lunghi dalle 350 alle 1800 parole. Dovrebbero descrivere incontri significativi con pazienti, famiglie, medici, amministratori, politici o giornalisti. I racconti non devono per forza essere a lieto fine in quanto le battaglie quotidiane non sono tutte così. (…) Il libro conterrà resoconti di piccole vittorie e miglioramenti – ottenuti a livello di singola unità operativa ospedaliera, casa di riposo o programma di assistenza infermieristica domiciliare. Contribuiranno infermieri che si occupano di ricerca, di formazione, che stanno cercando di influenzare sia l’assistenza infermieristica che la pratica medica. Cerco anche esempi di infermieri dirigenti che hanno tentato di proteggere gli standard assistenziali in un’epoca di taglio dei costi negli ospedali e di pressioni dai livelli superiori del management o che hanno portato innovazioni in qualche altro modo.

In breve, compariranno nel libro tutti i tipi di infermieri e le loro storie.  Le loro esperienze, i contesti istituzionali e le loro modalità di operare varieranno notevolmente. Tutti però hanno preso iniziativa in nome dei loro pazienti o della professione e – attraverso il potere del loro esempio – hanno incoraggiato altri infermieri a fare lo stesso”.

Alcune storie verranno inviate a Suzanne Gordon per il suo libro “internazionale”, ma spero che nasca un testo in italiano che finalmente faccia una “fotografia” realistica della nostra professione. Per qualsiasi domanda o dubbio, scrivetemi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prego tutti di specificare, inviando la storia, se preferite firmarla con un nome fittizio o lasciare il vostro nome e cognome. Non dimenticate l’indirizzo di posta elettronica.
 
Interventi di Susan Gordon nella sua visita in Italia - 26 agosto al 01 settembre 2009 - relazione - comunicato stampa

Indicazione per la redazione delle storie - pdf

Congressi e presidenti dal 1947 ad oggi

Tutti i Congressi e i presidenti dal 1947 ad oggi e le mozioni approvate:

  • XX Congresso - Conca Specchiulla Lecce 1 giugno 2015
    Relazione del quadriennio
    Relazione economica
    Mozione conclusiva


  • XIX Congresso - Milano, 21 maggio 2011 - pdf
    Presidente: Cecilia Sironi 2011 - ad oggi

  • XVIII Congresso - Milano, 22-23 ??? 2007 - Innovazione, qualità e costi: come governare il cambiamento nell'assistenza infermieristica - pdf
    Presdidente: Angela Lolli 2007 - 2011

  • XVII Congresso - Torino, 25-26-27 settembre 2003 - La quotidianità dell'agire infermieristico tra etica e politica sanitaria - pdf
    Presidente: Maria S. Bonardi 1999 - 2007


     
  • XV Congresso - Napoli, 3-4-5 ottobre 1996 - 50 anni di storia della prima Associazione infermieristica in Italia - Evoluzione dell'assistenza Infermieristica attraverso la formazione, l'organizzazione e la ricerca - pdf
    Presidente: Giuseppe Tampone 1996 - 1999

    XIV Congresso - Roma, 1-2-3 ottobre 1992 - Unità nella pluralità - pdf
    Presidente: Rita Mandressi 1992 - 1996

  • XIII Congresso - Verona, 29-30 settembre/1-2-3 ottobre 1988 - Obiettivo qualità - pdf
    Presidente: Anna Maria Biondo 1988 - 1992
  • XII Congresso - Roma, 21-22-23-24 ottobre 1984 - Modelli organizzativi del nursing per il progresso dell'assistenza sanitaria - pdf
    Presidente: Angelina Cordova 1984 - 1988

  • XI Congresso - Milano, 1-2-3-4 ottobre 1980 - Professionalizzazione e Deprofessionalizzazione - pdf
    Presidente: Rosetta Brignone 1976 - 1984

  • X Congresso - Catanzaro, 1-2-3- ottobre 1976 - Parole e ... Realtà - pdf
    Presidente: Rosetta Brignone 1976 - 1984

  • IX Congresso - Roma, 6 - 7 luglio 1974 - Modifica dello statuto: nasce la CNAIOSS - pdf
    Presidente: Anna Maria Platter 1968 - 1976

  • VIII Congresso - Firenze, 14-15-16-17 settembre 1972 - L'assistenza sanitaria infermieristica e l'organizzazione del servizio sanitario - pdf
    Presidente: Anna Maria Platter 1968 - 1976

  • VII Congresso - Roma, 26-27-28-29 settembre 1968 - La professione infermieristica in un'era tecnologica - pdf
    Presidente: Anna Maria Platter 1968 - 1976

  • VI Congresso - Napoli, 17-18-19 marzo 1963 - Il miglioramento economico e sociale del personale infermieristico quale mezzo indispensabile per poter far fronte ai bisogni qualitativi e quantitativi dell'assistenza - pdf
    Presidente: Marina Caruana 1959 - 1968

  • V Congresso - Napoli, 4-5-6 ottobre 1959 - Si rafforza l'impegno per la difesa del titolo professionale e per una preparazione professionale uguale a quella di altre professioni - pdf
    Presidente: Marina Caruana 1959 - 1968

  • IV congresso - Roma, 2-3-4 ottobre 1955 - L'importanza della formazione infermieristica - L'infermiera Professionale e l'Assistente Sanitaria Visitatrice nel campo dell'educazione sanitaria - pdf
    Presidente:Antonietta Sgarra 1952 - 1959

  • III Congresso - Roma, 11-12-13 ottobre 1952 - Emerge l'impegno per la difesa del titolo professionale - pdf
    Presidente:Antonietta Sgarra 1952 - 1959

  • II Congresso - Roma, 3-4-5 novembre 1949 - Richiesta: Commissione di vigilanza delle scuole infermiere professionali - pdf
    Presidente: Giuliana Colombi 1946 - 1952

  • I Congresso - Roma, 14-15-16 gennaio 1947 - Inizio di un cammino difficile ma bellissimo - pdf
    Presidente: Giuliana Colombi 1946 - 1952

Sottocategorie

 

XXI Congresso CNAI 2018



Save the date
10-12 dicembre 2018

 

Entra in CNAI

 

Newsletter

Accesso Utenti

IND 2018: infermieri una voce che guida, la salute è un diritto umano

L'International Council of Nurses ha già annunciato il tema per la giornata internazionale dell'infermiere 2018
puoi trovare locandine e informazioni sul sito di ICN

scarica le locandine in pdf