Consociazione Nazionale Associazioni Infermieri

CNAI

Guida per Costituire un Nucleo Associativo di Infermiere/i aderente alla C.N.A.I.

  1. Prima riunione di un gruppo di infermieri, almeno tre, che desiderano associarsi fra loro al fine di confrontarsi e migliorare la cultura professionale rispondendo ai bisogni culturali e formativi degli infermieri della propria zona;
  2. richiedere alla C.N.A.I. lo Statuto (disponibile sul menù);
  3. fare un'assemblea fra tutti gli infermieri interessati e iscritti alla C.N.A.I., nominare un delegato che rappresenti il Nucleo ed individuare una sede (può essere anche la casa o il luogo di lavoro, se l'amministrazione dà l'autorizzazione, del delegato o di un altro socio);
  4. studiare e strutturare un Regolamento del Nucleo conforme alle direttive dello statuto C.N.A.I. ed inviarlo al Consiglio di Amministrazione della C.N.A.I. per l'approvazione, con il verbale dell'assemblea costitutiva, firmata da tutti i partecipanti, e le schede dei dati anagrafici dei soci, compreso il codice fiscale;
  5. una volta che il Regolamento sia approvato, il Nucleo è ufficialmente costituito. Non occorre andare dal notaio, è sufficiente che il Delegato con lo Statuto approvato, il verbale dell'assemblea costitutiva, ed il suo codice fiscale richieda all'Ufficio delle Imposte Dirette il codice fiscale del Nucleo. E' possibile ottenere il C.F. anche senza la registrazione all'Ufficio del Registro. Il Codice Fiscale è necessario per: acquistare beni, intestare beni immobili, stipulare contratti di locazione, richiedere contributi e/o rimborsi spese a Istituzioni, erogare compensi, versare ritenute d'acconto, aprire un c/c postale o bancario, rilasciare ricevute per l'incasso della quota associativa annuale e per le stampe delle pubblicazioni CNAI o per i contributi alle spese per la partecipazione ad eventi formativi organizzati dal Nucleo stesso, le ricevute sono esenti dall'imposta di bollo a meno che non superino Euro 75,00, in tal caso aggiungere la marca da bollo.
    La nostra è una associazione non a scopo di lucro, pertanto non è possibile svolgere attività commerciali, si possono svolgere attività a pagamento verso i propri soci (e non), solo per un compenso che deve soltanto coprire i costi vivi.
  6. per le registrazioni contabili basta un semplice registro delle Entrate e delle Uscite per una corretta e trasparente gestione, tenendo archiviate tutte le pezze giustificative di spesa (fatture, ricevute fiscali, scontrini, ecc.) nonché il blocco delle ricevute rilasciate;
  7. redigere un semplice prospetto riepilogativo (bilancio consuntivo) ed una Relazione annuale da sottoporre al CdA della CNAI durante l'Assemblea annuale (entro il 31 marzo);
  8. le quote di iscrizione sono decise dal Congresso, attualmente sono di Euro 50,00 per Infermieri così ripartiti: Euro 17,00 per il Nucleo o Associazione, Euro 16,00 per la gestione CNAI, Euro 17,00 per la rivista - Euro 25,00 per Studenti così ripartiti: Euro 8,00 per il Nucleo o Associazione, Euro 8,00 per la gestione CNAI, Euro 9,00 per la rivista. Le quote dovranno essere versate entro il 31 marzo alla sede centrale con l'elenco dei soci iscritti, il loro indirizzo, completo di CAP, a questo punto gli iscritti riceveranno la rivista PROFESSIONI INFERMIERISTICHE e potranno avere tutte le agevolazioni che lo Statuto della CNAI ed il Regolamento del Nucleo prevedono;
  9. i Nuclei sono impegnati a promuovere almeno un'iniziativa all'anno a livello locale, in particolare a celebrare la "Giornata internazionale dell'infermiera" il 12 maggio, possono poi promuovere qualsiasi altra iniziativa concordata dalla loro assemblea a favore degli infermieri, soci e non soci;

CNAI nel mondo

La CNAI è affiliata dal 1949 al Consiglio Internazionale delle infermiere – International Council of Nurses (ICN)  e rappresenta la professione infermieristica italiana a livello internazionale. Ne segue le direttive pur mantenendo la propria indipendenza per quanto concerne l'organizzazione e l'attività in campo nazionale.

Dal 1971 è anche membro dell'European Federation of Nurses Associations (EFN)

La Consociazione aderisce all’ICN adottando il modello organizzativo della "collaborazione", che consente altresì la rappresentatività, a livello internazionale, delle Associazioni Infermieristiche Nazionali Aderenti per le specifiche questioni. (art. 4 dello statuto)

Alle infermiere e agli infermieri dei Paesi le cui Associazioni Infermieristiche Nazionali sono affiliate al ICN, e in possesso del relativo titolo abilitante alla professione infermieristica è consentito iscriversi alla CNAI (art. 2 dello statuto)

Uno degli obiettivi della CNAI è collaborare con l’ICN e con altri Organismi nazionali, sovranazionali e internazionali, che perseguono le medesime finalità (art.3 dello statuto);

Le Associazioni Infermieristiche Nazionali, specialistiche e generaliste, possono aderire alla Consociazione se il loro Statuto, il loro Regolamento, le loro direttive ed azioni, sono in accordo con quanto previsto dallo Statuto della Consociazione e dallo Statuto del ICN (art.2.1 dello statuto)

La Consociazione e le nuove Associazioni Aderenti, nelle rispetto delle loro specificità ed autonomie, cooperano per realizzare attività finalizzate allo sviluppo culturale e professionale degli infermieri, sia in ambito nazionale sia internazionale, sulla base del modello organizzativo, denominato di "collaborazione" dal ICN

Secondo questo modello, nell'ambito dell’ICN, la Consociazione è l'Associazione infermieristica che rappresenta la professione infermieristica italiana, con diritto di voto nel Consiglio delle Rappresentanti Nazionali (C.R.N.).

In questa sede, nell'affrontare questioni professionali di interesse specifico per le Associazioni Aderenti, il loro contributo risulta determinante nella formulazione della posizione nazionale. A tale scopo il Presidente della Consociazione può invitare, nelle sedi internazionali, un rappresentante delle Associazioni Aderenti, in qualità di osservatore. (art.2.2 dello statuto)

A livello nazionale le Associazione Aderenti alla Consociazione possono contribuire al comune arricchimento professionale tra le altre cose mediante lo studio della documentazione messa a disposizione dal ICN

E' previsto il versamento alla Consociazione di una quota contributiva annuale, entro il primo quadrimestre, stabilita in relazione alle disposizioni dell’ICN e a quanto definito con la Consociazione stessa, stante gli obiettivi concordati (art.2.3 dello statuto)

Tra le attività del Consiglio di Amministrazione c’è anche  la nomina dei rappresentanti della Consociazione in seno agli Organismi nazionali ed internazionali e prendere atto che il rappresentante della Consociazione in seno al ICN è il Presidente art.3.4 dello statuto)

Norme per gli autori

Scopi di Professioni infermieristiche

Professioni infermieristiche è l’organo ufficiale di stampa della Consociazione Nazionale Associazioni infermiere/i (CNAI). La Rivista è rivolta agli infermieri ai diversi livelli di responsabilità e agli studenti del settore.
Professioni infermieristiche è una Rivista Peer reviewed. Il processo di peer review è anonimo.

Accettazione degli articoli

Professioni infermieristiche pubblica, previa approvazione del Direttore e del Comitato di redazione, articoli inediti relativi alle diverse funzioni ed ambiti della professione infermieristica. Professioni infermieristiche prende in considerazione per la pubblicazione articoli di ricerca (differenti approcci e metodi), articoli di revisione della letteratura, articoli riguardanti la pratica clinica, la formazione, l’etica e la deontologia, la gestione e organizzazione dei servizi sanitari e assistenziali, e articoli innovativi e di sviluppo della disciplina e della professione.

Le opinioni espresse dagli Autori, così come eventuali errori di stampa, non impegnano la responsabilità del periodico. Gli articoli inviati non devono essere stati contemporaneamente proposti ad altre riviste per la pubblicazione. Il primo Autore deve essere un infermiere, salvo casi specificamente richiesti, condizione preferenziale per la pubblicazione dei lavori è che gli Autori siano associati alla CNAI.

Se accettati, i lavori sono proprietà della Rivista e non possono essere pubblicati in toto o in parte altrove senza il permesso del Direttore. In questo caso la riproduzione dovrà riportare la dicitura: con l’autorizzazione di Professioni infermieristiche, organo di stampa della CNAI (www.cnai.info).

Preparazione del manoscritto

Il manoscritto non deve superare le 4500 parole (escluso abstract, bibliografia e tabelle/figure) e deve essere preparato in formato DOC, Times New Roman, carattere 12, interlinea doppia.

In ogni articolo, tranne casi eccezionali, vengono pubblicate max. 5 tabelle (tab.) o figure (fig.).

Tabelle e figure devono essere significative per l’articolo e non rappresentare un doppio dato.

Come strutturare il manoscritto:

1. Pagina iniziale. Deve contenere il titolo del lavoro in italiano e in inglese ed i nomi degli Autori. Il titolo non deve contenere acronimi e deve esplicitare il contenuto dell’articolo. I nomi degli Autori devono essere completi, con nome e cognome, qualifica ed ente di appartenenza. Sulla prima pagina devono essere riportati anche il nome, l’indirizzo, il recapito telefonico ed indirizzo e-mail dell’Autore indicato per la corrispondenza nonché eventuali ringraziamenti per collaborazioni o enti che hanno finanziato la studio.

2. Abstract. Deve essere in italiano ed in inglese (ognuno contenente non più di 250 parole). Strutturare l’abstract nelle seguenti sezioni: scopo, metodo, risultati e conclusioni.

3. Parole chiave. In italiano e in inglese, fino a un massimo di sei, devono essere preferibilmente scelte dal Medical Subject Headings di PubMed.

4. Corpo dell’articolo. (Metodo quantitativo) Deve essere strutturato nelle seguenti sezioni: Introduzione, Metodo, Risultati, Discussione e Conclusioni.

Introduzione: illustrare il razionale dello studio, gli obiettivi, la domanda di ricerca (se applicabile) e una sintesi della letteratura di riferimento;

Metodo e strumenti: descrivere in dettaglio il disegno di studio utilizzato, il campione e i metodi di campionamento, descrivere gli strumenti fornendo gli eventuali dati di validazione, le procedure di raccolta dati e l’analisi statistica. Riportare in questo paragrafo anche le considerazioni etiche relative allo studio: come sono stati rispettati i principi etici della ricerca e se lo studio è stato approvato da un Comitato etico.

Risultati: devono rappresentare con chiarezza e concisione quanto trovato, senza commenti personali.

Discussione: spiegare e commentare i risultati confrontandoli in modo critico con quelli della letteratura più rilevante sull’argomento.

Conclusioni: riportare in breve l’importanza dello studio condotto e in che modo potrà contribuire al miglioramento della pratica o all'avanzamento delle scienze infermieristiche. Inserire eventuali limiti dello studio.

5. Bibliografia. Deve essere riportata la bibliografia effettivamente utilizzata e deve corrispondere alle citazioni bibliografiche riportate nel corpo dell’articolo. Professioni infermieristiche non riporta alcuna nota a piè di pagina.

Per la bibliografia, Professioni infermieristiche fa riferimento al Manuale di pubblicazione dell'American Psychological Association (2011), sesta edizione, Napoli, Edises (APA style). Nel corpo del testo riportare il nome dell'Autore del lavoro seguito dall'anno di pubblicazione (es: Bianchi, 2012). Quando gli Autori sono più di uno, riportare il nome del primo autore seguito da et al. e dall'anno di pubblicazione (es: Bianchi et al., 2012). Gli Autori sono invitati, ove pertinente, a citare anche articoli pubblicati su Professioni infermieristiche. La bibliografia, alla fine del lavoro deve essere conforme all'APA style. Se presente, riportare anche il codice DOI.

Esempi

Articolo

Roth, C.P., Ganz, D.A., Nickles, L., Martin, D., Beckman. R., & Wenger, N.S. (2012). Nurse care manager contribution to quality of care in a dual-eligible special needs plan. Journal of Gerontological Nursing, 38(7), 44-54. doi: 10.3928/00989134-20120606-10

Libro

Scalorbi, S. (2012). Infermieristica preventiva e di comunità. Milano: McGraw-Hill.

Capitolo di libro

Hanson, K. (2008). Terapia endovenosa. In S. M. Nettina (Ed.), Il Manuale dell'Infermiere. Padova: Piccin.

Documento Internet

Ministero della salute. (2006). Piano sanitario nazionale 2006-2008. http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_ pubblicazioni_655_allegato.pdf. Ultimo accesso 14-08-2012.

6. Tabelle e figure. Tabelle e figure devono essere collocate alla fine del manoscritto, dopo la bibliografia. Utilizzare una pagina per ciascuna tabella o figura. I grafici, se generati in Microsoft Excel o simili, vanno inviati completi della tabella dei dati che li ha generati. Le figure, in formato digitale, nei formati JPG o TIFF con la risoluzione minima di 300 dpi, vanno numerate progressivamente con numeri arabi e corredate da idonee didascalie. Il posizionamento approssimativo delle tabelle e delle figure va chiaramente indicato nel corpo del testo. Se nelle tabelle o figure sono riportati acronimi, questi vanno esplicitati in una nota sotto la tabella o figura.

7. Autorizzazioni. Qualora gli Autori riportino nel manoscritto materiale coperto da copyright (per esempio, figure, item di una scala, citazioni testuali estese), è responsabilità degli stessi richiederne l'autorizzazione all'utilizzo. La documentazione di autorizzazione deve essere allegata al manoscritto durante la procedura di invio.

Per articoli non di ricerca, strutturare il manoscritto con i titoli ed i sottotitoli ritenuti più appropriati. L'abstract non deve essere strutturato secondo le sezioni suddette, ma non deve superare le 250 parole.

Per gli articoli di ricerca che utilizzano un approccio qualitativo, stendere l’articolo seguendo le sezioni del metodo scelto.

Invio del manoscritto

Prima dell'invio del manoscritto, preparare due o più file: il primo file è per la Pagina iniziale dove sono riportati il titolo del lavoro, i nomi degli Autori e i ringraziamenti; il secondo file (Corpo dell'articolo) è quello che contiene tutto il resto del manoscritto. Questa procedura assicurerà una blind review del manoscritto. Ulteriori file sono per l'eventuale documentazione di autorizzazione o per dati in Excel dei grafici.

Per l’invio degli articoli, Professioni Infermieristiche utilizza un sistema online raggiungibile al seguenti indirizzo: http://www.profinf.net. Dopo la registrazione (per i nuovi utenti) il sistema guiderà l’inserimento attraverso una serie di fasi assistite. Al termine dell’invio, sarà fornita automaticamente una conferma immediata e l’Autore da quel momento potrà seguire il percorso del suo lavoro. In caso di difficoltà è possibile contattare il supporto tecnico all’indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Nello specifico, una volta entrati nel suddetto sito, seguire la seguente procedura:

1. Completare la scheda "Controllo delle submission" e "Copyright Notice".

2. Scegliere l'opzione più appropriata nel menù "Sezione della Rivista".

3. Riportare eventuali commenti per il Direttore.

4. Cliccare su "Salva e continua".

5. Inserire i nomi degli Autori; per aggiungere più Autori cliccare su "Aggiungi Autore".

6. Inserire il titolo dell'Articolo e l'abstract in italiano e inglese.

7. Cliccare su "Salva e continua".

8. Caricare il file della Pagina iniziale e il file del Corpo dell'articolo separatamente, ed eventualmente altri file.

9. Si aprirà automaticamente una pagina dove sotto "File della submission" saranno elencati i file caricati precedentemente.

10. Cliccare su "Salva e continua".

11. Cliccando su "Completa la submission": l'articolo verrà inviato.

Per gli articoli in inglese comporre la prima pagina con il titolo in inglese e in italiano. Anche l’abstract dovrà essere in inglese e in italiano.

Processo di revisione

Ogni articolo inviato a Professioni infermieristiche viene sottoposto inizialmente a una revisione generale da parte del Direttore, al fine di accertare che il manoscritto rispetti le norme editoriali e sia meritevole di essere preso in considerazione. Se viene superata questa fase, l'articolo viene inviato ad almeno due revisori (Referees) anonimi. Il processo di revisione dura in genere 8-10 settimane e gli Autori possono controllare lo stato del processo di revisione sul sito www.profinf.net entrando con login e password utilizzata per l'invio del manoscritto. Inviare eventuali richieste di informazioni al Direttore o alla Segretaria di redazione sullo stato del manoscritto non prima di 12 settimane dall'invio. Trascorso il periodo di revisione, in base ai commenti dei Revisori, il Direttore decide di rifiutare l'articolo, di chiederne modifiche/chiarimenti o di accettarlo per la pubblicazione. La richiesta di modifiche/chiarimenti non garantisce la pubblicazione dell'articolo. Ottenute le eventuali modifiche, l’articolo viene inviato ai revisori che lo avevano giudicato per una ulteriore valutazione. L'accettazione definitiva dell'articolo viene comunicata agli Autori che, successivamente, saranno invitati entro due giorni a rivederne il pdf per un controllo definitivo prima del “Si stampi” da parte del Direttore. Nella valutazione del processo, il Direttore è coadiuvato dalla Segretaria di redazione e dal Comitato di redazione.

ICNP

Classificazione internazionale per la pratica infermieristica (ICNP ®)

I dettagli del programma li puoi leggere sul sito della ICN

Le traduzioni sono essenziali per l'attuazione nella pratica dell’ dell’ ICNP ®. Per l'Italia è stata curata da CNAI, qui

Definizione & elementi dell’ ICNP ®

 

ICNP ® Definizione

L’ ICNP ® è un sistema di linguaggio infermieristico unificato. Si tratta di una raccolta della terminologia per la pratica infermieristica che facilita lo sviluppo la mappatura crociata tra termini locali e terminologie esistenti.

 Elementi ICNP ®

 Fenomeni di cura (diagnosi infermieristiche)

 Azioni di nursing

 Esiti del nursing

Visione, obiettivi e vantaggi di ICNP ®

Vision

 

ICNP ® è parte integrante della struttura di informazione globale (Global Information Infrastructure) riguardo l’ informazione in ambito della pratica sanitaria e la politica per migliorare la cura dei pazienti in tutto il mondo.

 

Obiettivi Strategici

 

Essere utile come una forza importante per articolare il contributo di infermieristica per l'assistenza sanitaria e la salute a livello globale.

 Promuovere il raccordo tra le classificazioni ampiamente utilizzate ed il lavoro dei gruppi di standardizzazione in materia di salute e di cura.

 Vantaggi

 

 Stabilisce uno standard internazionale per facilitare la descrizione e il confronto della pratica infermieristica;

 funzionare come un sistema di linguaggio infermieristico unificato a livello internazionale basato sullo stato dell’arte della terminologia standard;

 Rappresenta i concetti di cura utilizzati nella pratica locale, regionale, nazionale e internazionale, attraverso le specialità, lingue e culture;

Genera informazioni sulla pratica infermieristica che influenza il processo decisionale, l'istruzione e la politica in materia di esigenze dei pazienti, interventi di nursing, obiettivi di salute e utilizzo delle risorse;

 Facilita lo sviluppo di dati riguardanti il nursing utilizzati nella ricerca per indirizzare la politica descrivendo e confrontando le cure infermieristiche degli individui, famiglie e comunità in tutto il mondo.

Migliora la comunicazione all'interno della disciplina infermieristica e con le altre discipline;

 Incoraggia gli infermieri a riflettere sulla propria pratica e influenza il miglioramento della qualità delle cure.

Partecipare a ICNP ®

 

Il programma ICNP ® incoraggia e facilita la partecipazione di individui e gruppi in continuo miglioramento e la manutenzione dell’ ICNP ®.

 Gli infermieri e le organizzazioni sono incoraggiate ad usare ICNP ® nella pratica clinica e di svolgere attività di ricerca e progetti di sviluppo che coinvolgono ICNP ®.

 Infermieri con interessi simili in ICNP ® sono incoraggiati a chiedere di diventare Centri di Ricerca & Sviluppo ICN accreditati ICNP ®. I Centri fissano i propri obiettivi nel piano di lavoro e si incontrano ogni due anni in occasione dei meeting del Consorzio ICNP ®.

 ICN mantiene il copyright per il ICNP ®. Il permesso di tradurre, pubblicare, riprodurre e distribuire è concessa dopo una valutazione caso per caso. Se prevedi di utilizzare l’ ICNP ® nella ricerca, la formazione, la pratica, o nello sviluppo dei sistemi di informatici clinici, contatta il direttore del programma ICNP ®

 Concessione nell’utilizzo del ICNP ®

 

 ICNP ® è di proprietà ed ha il copyright da parte del Consiglio Internazionale degli Infermieri (ICN). L’ICN è interessato a facilitare l'accesso all’ ICNP ®  promuovendone il suo utilizzo.

 

 Qualsiasi uso di ICNP ®, sia esso commerciale o meno, richiede la firma di un accordo che ne autorizza l’ uso. ICN è interessato a proteggere i suoi diritti d'autore di ICNP ®. Tutti coloro che vogliono utilizzare ICNP ® per qualsiasi scopo necessitano dell'autorizzazione da parte di ICN.

 Quando l'uso è commerciale e prevede la distribuzione di un prodotto a scopo di lucro (ad esempio software) vi è una licenza di utilizzo. Se avete intenzione di incorporare  ICNP ® in un prodotto che si intende vendere o concederne la licenza a terzi, è necessaria l’autorizzazione da parte di ICNP ® Licensing & Distribution.

 Se l’utilizzo non è commerciale o la distribuzione di un prodotto viene venduto a costo di produzione, come ad esempio l'uso di ICNP ® nella formazione e nella ricerca, non vi è alcun costo per la licenza. Per uso interno non commerciale o senza scopo di lucro , è necessaria un’autorizzazione per l’utilizzo non commerciale di ICNP ®

 Altre applicazioni, come ad esempio l'utilizzo da parte di istituti governativi all'interno di un sistema nazionale di informazione sanitaria, saranno valutati singolarmente.

Oltre alla protezione dei diritti d'autore, ICN è interessato a facilitare l'accesso al ICNP ® da parte degli infermieri. Quindi, non ci sono piani per dare a chiunque di copyright o di dare i diritti di licenza esclusiva per i propri prodotti, in quanto ciò potrebbe creare una barriera per gli infermieri che vogliono utilizzare ICNP ® nei loro paesi.

 Si prega di contattare il Programma ICNP ® per ulteriori informazioni riguardo il permesso di utilizzo ICNP ®.

Nucleo di Bari

Delegato: Antonella D'Accolti

Sottocategorie

 

XXI Congresso CNAI 2018



Save the date
10-12 dicembre 2018

 

Entra in CNAI

 

Newsletter

Accesso Utenti

IND 2018: infermieri una voce che guida, la salute è un diritto umano

L'International Council of Nurses ha già annunciato il tema per la giornata internazionale dell'infermiere 2018
puoi trovare locandine e informazioni sul sito di ICN

scarica le locandine in pdf