Consociazione Nazionale Associazioni Infermieri

Giornate infermieristiche a Montepaone

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il Nucleo CNAI Scolacium - Calabria, con il patrocinio dell' Università Magna Grecia, Collegio di Catanzaro, Federfarma Catanzaro, organizza un pacchetto di due corsi, fruibili separatamente, accreditati ECM per infermieri e infermieri pediatrici, presso l' hotel ESTELLA di Montepaone (CZ). Dall' hotel Estella, situato al centro del piccolo paese costiero del golfo di Squillace, si accede direttamente alla spiaggia attrezzata e "all' infinito" litorale.
La formula vacanza/STUDIO è programmata in attività didattico/formative dal lunedì al venerdì, di massimo 4 ore impegnando di massima solo il pomeriggio. Solo la giornata conclusiva del 1° corso, Cure Complementari (mercoledì 8), prevede 2 ore di attività esperienziale in SPA (la struttura è all' interno dell' albergo dove si svolge il corso).
Per i partecipanti di altre province o regioni è stata attivata una convenzione con l' albergo che in formula all inclusive (lettino/ombrellone in spiaggia compreso), in camera doppia costa solo 35€/die, con riduzioni per i nuclei familiari di almeno 3 componenti.
La vicinanza dell' aereoporto e il forte spirito di accoglienza dei colleghi del Nucleo Scolacium uniscono poche ore di viaggio l' Italia intera.
Ma la forza dell' iniziativa è nei corsi proposti e nell' aver volutamente contenere le quote di iscrizione (max 25€/corso).– 3381886362

Programma delle giornate
scheda iscrizione

Per avere più informazioni sulle giornate seguita a leggere


Cure Complementari 10 crediti

Il termine “olismo” rappresenta un principio fondamentale della formazione infermieristica, presente in tutti i modelli teorici ai quali riferirsi per un’assistenza che vede al centro la persona con i suoi bisogni.
L' Assistenza trova nelle sue origini l'applicazione di trattamenti che possiamo oggi definire di medicina non convenzionale, frutto di esperienze e tradizioni tramandate dalla notte dei tempi. L’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha definito, in un documento redatto nel 1996 (Fact Sheet n.134), la medicina tradizionale come “quell’insieme di metodi utili a proteggere e a ristabilire la salute prima dell’arrivo della medicina moderna”. Il termine “tradizionale”, dunque, si riferisce al fatto che queste metodiche terapeutiche derivano da un approccio alla salute e al benessere appartenente alla tradizione storica propria di ciascun paese, tramandata di generazione in generazione”.
Questo corso si propone di fornire la conoscenza delle diverse forme di cura complementari con l' applicazione già oggi possibile per alcune di esse, in relazione con l' espansione delle competenze infermieristiche nella pratica clinica.

Prevenire e gestire il rischio di errore
nella somministrazione della terapia farmacologica 10 crediti

Il Rischio Clinico rappresenta le potenziali insufficienze o pericoli latenti presenti nei processi sanitari. Comunemente gli errori vengono identificati con gli sbagli commessi dalle persone nel corso dello svolgimento di una attività. Questi sono gli errori attivi, commessi con l’esecuzione o la pianificazione di un’azione. C’è però un’altra categoria di errori molto più difficile da rintracciare, il cui esito non è immediatamente evidente, ma che può avere delle conseguenze molto più devastanti rispetto ai primi. Questa seconda categoria è quella degli errori organizzativi, detta anche errori o fattori latenti, che possono sopravvivere a lungo all’interno di una organizzazione prima di manifestarsi.
La somministrazione di un farmaco sbagliato è un errore attivo commesso da un operatore, facilmente identificabile come comportamento sbagliato che causa un danno, ma è necessario ripercorrere tutte le fasi del processo per individuare le circostanze che, direttamente o indirettamente, lo hanno reso possibile. In questo caso come insufficienze latenti del sistema possono essere identificati: un sistema di prescrizione-trascrizione manuale della terapia, un sistema di conservazione dei farmaci che rende possibile lo scambio delle fiale, un sistema di confezionamento del farmaco con colori simili o con nomi facilmente confondibili, un insufficiente formazione del personale.
Un efficace controllo del rischio quindi, non prevede solo l’individuazione dell’errore attivo, ma prevede anche attività di prevenzione degli errori latenti, ed attività di protezione atte a contenere le conseguenze dannose degli errori commessi.

XXI Congresso CNAI 2018



Save the date
10-12 dicembre 2018

 

Entra in CNAI

 

Newsletter

IND 2018: infermieri una voce che guida, la salute è un diritto umano

L'International Council of Nurses ha già annunciato il tema per la giornata internazionale dell'infermiere 2018
puoi trovare locandine e informazioni sul sito di ICN